Servizi di cloud computing

Servizi di cloud computing Si parla di cloud computing quando in una rete informatica i servizi offerti agli utenti aziendali anzichè risiedere su server interni all'azienda risiedono su server posti nel datacenter di un provider Internet, ai quali gli utenti accedono appunto via Internet.
Ad esempio, un'azienda potrebbe spostare sul cloud il proprio server di posta elettronica, oppure utilizzare un applicativo gestionale che non è installato sulle proprie macchine bensì sui server del provider. Utilizzando il cloud l'azienda si sgrava di notevoli incombenze ed ottiene numerosi vantaggi. Non deve più gestire il backup dei dati, ad esempio, che viene eseguito automaticamente dal provider, può evitare di acquistare nuove attrezzature ed in caso intervengano necessità di espansione la si può ottenere con molta semplicità. Vi sono inoltre anche importanti considerazioni fiscali e di bilancio da fare, in quanto dal punto di vista economico il cloud si configura come un noleggio di risorse, con tutto ciò che ne consegue da tale punto di vista.

Nonostante si trovino ancora in una fase di maturazione, con ancora qualche piccolo 'errore di gioventù' da sistemare, è indubbio che i servizi di cloud computing abbiano cominciato da un po' di tempo ad essere molto interessanti in diverse circostanze. In particolare, essi andrebbero valutati con molta attenzione in alcuni casi specifici:

  • Nelle start-up. Quando una nuova azienda nasce con coraggio deve cercare di ridurre al mimino gli investimenti non direttamente attinenti al proprio core-business. Se ad esempio l'azienda nasce per progettare nuovi prodotti, ben vengano le workstation grafiche di sufficiente potenza, ma perchè invece spendere soldi in server vari quando posso noleggiarli sul cloud?
  • Nelle realtà distribuite con sedi di grandezza più o meno simile. Se una realtà ha una sede principale di una certa grandezza e varie sedi periferiche più piccole l'azienda è naturalmente portata ad avere un proprio datacenter interno. Se al contrario l'azienda è strutturata in varie sedi, nessuna delle quali prevale sull'altra in termini di grandezza, e il numero di utenti in ciascuna sede è limitato, allora la soluzione cloud diventa interessante, consentendo di centralizzare senza dover investire e gestire.
  • Per ospitare il sito web aziendale. Molte aziende piccole e medie ospitano il proprio sito web all'interno del proprio datacenter. Ma nessun datacenter di una PMI potrà mai competere con il datacenter di un provider in termini di disponibilità di banda, di ridondanza delle risorse e di sicurezza. Pertanto, spostare sul cloud il proprio sito web riduce al minimo i rischi di temporanea inaccessibiltà del sito ed ottimizza le prestazioni percepite dagli utenti che vi accedono.
  • Per realizzare una soluzione di disaster recovery. Il disaster recovery, che utilizza tecnologie sostanzialmente simili a quelle del backup, se ne differenzia perchè, contrariamente a quest'ultimo, sposta i dati sottoposti a copia al di fuori della sede aziendale. Ciò consente di preservare i dati e, conseguentemente, l'attività aziendale, anche in caso di disastro tale da distruggere, in tutto o in parte, la sede centrale ed il suo datacenter. Le grandi aziende utilizzano da molti anni soluzioni di disaster recovery, ma per le aziende medie e piccole ciò è sempre stato difficile, principalmente per via dei costi; si è spesso ripiegato su soluzioni 'light', come ad esempio l'utilizzo di dischi esterni per le copie da portare poi via (tipicamente a casa) da parte di un responsabile. Ora diventa possibile usufruire di servizi cloud di disaster recovery a costi contenuti anche per le PMI. Questi servizi eseguono la copia dei dati dalla sede del cliente al datacenter cloud. In questo caso i servizi cloud non sostituiscono dei servizi equivalenti precedentemente svolti nella sede del cliente, ma li affiancano, offrendo un servizio di tipo nuovo.

Ovviamente, l'utilità del cloud non è certo limitata a questi casi, tuttavia le situazioni presentate sono quelle che meritano una particolare attenzione.

Noi di Juliet Informatica, mediante accordi con alcuni tra i principali operatori cloud nazionali, forniamo servizi cloud nei seguenti ambiti:

  • Infrastructure as a Service (IaaS). E' il caso in cui un server, anzichè essere installato fisicamente presso il cliente, viene messo nel cloud.
  • Accesso ad applicativi via cloud (SaaS, Software as a Service). E' il caso ad es. del servizio Microsoft Office365, che consente agli utenti di accedere ai normali applicativi di Microsoft Office in cloud, senza doverli installare sui propri computer.
  • Server di posta elettronica. Basati su Microsoft Exchange Server.
  • Servizi di Disaster recovery.
  • Servizi di Cloud storage.
  • Servizi di Cloud Web conferencing.